Descrizione Progetto

Emirates City, Ajman, UAE

Il Progetto Architettonico si sviluppa per un totale di 260.000 mq, diviso in: retail, ristoranti e bar per 60.000 mq, intrattenimento, teatro e cinema per 15.000 mq, direzionale per 100.000 mq, residenziale di lusso per 70.000 mq, penthouse panoramici con piscina per 13.000 mq, tetti-giardino per 6.000mq.

L’esperienza che si può vivere in un’area urbana è data da numerose sensazioni legate anche ad un’importante senso di sicurezza. La vita nelle città è legata alle attività di scambio. Le persone si sentono a proprio agio dove possono partecipare a questi processi. Un luogo pubblico deve riflettere la società e la sua cultura. Il nostro concept prende ispirazione dalla terra (deserto), dalla cultura (tradizioni, regole), dall’architettura araba e dal design urbano arabo. Tutte le ispirazioni sono state messe insieme in un’opera d’arte astratta. Il principio del Corano sulla bellezza, l’armonia, il significato simbolico, il potere spirituale e il rapporto con l’ambiente naturale, sono alla base del nostro concept. Il progetto architettonico, deve emergere dalla terra, dalle origini del luogo (il deserto) in contrasto con la natura statica degli edifici esistenti che si trovano intorno. Il movimento naturale del deserto sotto l’azione del vento, ha suggerito il dinamismo che caratterizza il nuovo concept. I nuovi edifici saranno modellati dal vento (shamal). La natura caratterizza il nuovo design. Il “movimento” è l’ispirazione principale. Concept iconico nella sua complessità di edifici e non come singoli edifici. Le 3 torri (elementi verticali come un’oasi di palme piegate dal vento) vivono in simbiosi con il souq (elemento orizzontale come il deserto in movimento). Elemento verticale (torri) ed elemento orizzontale (souq), si incontrano generando un “axis mundi”, questo è il centro dell’universo (il centro della nuova città). Movimento contro staticità. Il concept è ispirato anche dalla numerologia, il numero 4 nella cultura araba ha molti significati: i giardini islamici sono quadripartiti, ci sono 4 mesi sacri nel Corano, ci sono 4 fiumi in paradiso, 4 sono i giorni per creare la terra, 4 sono gli elementi principali che compongono il nuovo design (3 torri + 1 suq). Il concetto utilizza i principi di base del Passive Solar Building Design che traggono vantaggio dal clima locale, per ridurre i requisiti di raffreddamento estivo, dalle torri eoliche per la ventilazione naturale, la convezione naturale, l’insolazione, il percorso solare locale e la posizione del sole. E ‘importante il tetto verde oltre alla barriera radiante e vetri isolanti. L’edificio sarà caratterizzato da una moderna “mashrabiya” (sistema a doppia pelle) di design diverso in base all’esposizione ai raggi solari. Il nuovo design architettonico darà ad Emirates City un nuovo cuore per una nuova qualità della vita attraverso la quale soddisfare i bisogni fisiologici, sociali, di sicurezza e dell’Io (alta immagine di sé e auto-realizzazione) delle persone. Useremo un materiale unico per l’intero design, il metallo. Il suo colore sarà più simile a quello del deserto, color sabbia. Questo colore definirà una delle principali caratteristiche dell’architettura araba: armonia e relazione con la natura e l’ambiente naturale. Il nuovo design moderno nascerà dalla sabbia, dall’origine di questo luogo, il deserto. I nuovi parchi saranno un continuo naturale del design architettonico, ispirato a “YANNAH – FIRDAWS” secondo i principi fondamentali del giardino celeste, scritto nel Corano: introspezione, riflessione, contemplazione, diversità, bellezza, conservazione, contestualità e multi funzione.

Cliente R Holding – Charlestate (UAE)
Collaborazioni Ufficio Partner Libano – Project Management   I   Studio A&A associati – visual design  |  Arch. Abbruzzese – Architectural Design
Consulenze
Foto
Anno 2015